Trend Sposa 2016: scegli me!

Per chi si sposa quest’anno questo è il momento delle scelte. Quindi a tutte coloro che passano di qui voglio solo dire “Scegli me, ama me!!” come in Grey’s Anatomy
Io adoro preparare le spose. Quindi se non siete perse dietro uno che non ha nessuna intenzione di sposarvi e vi propone manette e sculacciate con sfumature di grigio annesse – ma senza elicottero – io sono la hairstylist che fa per voi. 50sfumature_parodie_lego
Perché sono aggiornata e ho un sacco di idee, perché collaboro con persone di alto livello in ambito wedding, senza avere prezzi impossibili, perché saprò rendervi felici in modo da accendere la luce negli occhi della persona cui andate incontro. foto matrimonio
Poi se non vi piaccio e preferite la vostra parrucchiera anni ottanta che vi fa spuntare le spalline nella giacca appena guardate la vetrina, sono problemi vostri.
Qui, si segue la moda del 2016, ovvero chioma naturale, capelli semisciolti o sciolti, a seconda del viso e della struttura del capello: liscia, mossa o riccia.


Le decorazioni che vanno per la maggiore sono le coroncine o anche i fiori tra i capelli messi solo apparentemente in modo casuale, in realtà inestirpabili, secondo trucchi geometrici che non potete nemmeno supporre.
La chioma naturale costituisce infatti una delle opere più ardite di una parrucchiera. Per il magico “Si” i capelli si gonfiano grazie a sapienti extension, supporti, modulazioni di onde ingenue e soffici rette da architetture inossidabili.
Siete chic e il flower power non vi si addice? Il Trend 2016 concede anche supporti Anni Trenta in perle o Swarovski in cerchietti e coroncine, ma nulla di rigoroso per l’acconciatura. 2016-extraordinary-bridal-crown-tiaras-bridal
Stesso dicasi per il trucco con eccezioni estreme. Una volta una cliente mi ha raccontato che andando in televisione aveva passato quasi tre ore al trucco e il padre vedendola in trasmissione da casa le aveva detto: “Ah vedi quando stai bene quando non ti impiastricci la faccia !” Tutto merito del Contouring.
Ha iniziato a usarlo anni fa –pesantemente- Jennifer Lopez. j loUn gioco di luci e ombre che si può effettuare con polvere o con creme giocando sui chiaroscuri del viso e mettendo in ombra difetti e rotondità. E’ una pratica di cui non si conosceva il nome ma di cui molte attrici hanno abusato da sempre. Quindi no a cerone, sì a trucchi che ci sono ma non si vedono. jennifer-lopez
Il conturing è una pratica in cui sono abili le professioniste. Ovvero da sole, ve lo dico, non ce la potete fare. Anche perché il trucco sposa è a livelli qualitativi e di tenuta inarrivabili. Noi apriamo occhi sottili, disegniamo ex novo le sopracciglia, apriamo le palpebre con colle, estendiamo le ciglia con ciuffetti.
Per la prima volta quest’anno si osa anche con gli smokey eyes nelle spose. No nero o antracite, ma abbiamo visto alle sfilate molte modelle con tortora, marrone chiaro e oro.
trucco-sposa-kim-kardashianKim Kardashian è la sintesi perfetta di questo nuovo trend (contourage+Smokey eyes) . Ritorniamo però al punto iniziale di Grey’s Anatomy. “Scegliete me” perché ecco cosa può succedere se chiedete il trucco Kim alla persona sbagliata, tipo la cugina che ha fatto la scuola di estetista e ora fa la vigilessa.

Vi dirà: – ma è uguale!

Noi lo abbiamo trovato proprio cercando “trucco sposa alla Kim Kardashian”. Giudicate voi

E c’è pure con il confronto sul conturing.

maxresdefault.jpg

SCEGLIETE ME!

Di ricerca tricologica e pacifismo

La scienza ci viene incontro e noi vi vogliamo raccontare  le ultime novità che stanno per atterrare sulle vostre teste e di cui ci apprestiamo a chiedere notizia ai nostri fornitori.KIMKARDASHIANhairleading
E’ Kim Kardashian a rivelarci su Istagram il suo segreto, l’Olaplex, un trattamento in due fasi più il mantenimento a casa. Questa supermolecola a differenza delle altre atte a “chiudere” il capello danneggiato o semplicemente “aperto” per far assorbire una tintura o una permanente si usa assieme al trattamento. Si usa ad esempio con la tintura per ricostruire i ponti di zolfo, i mattoni che legano le cheratine dei fusti. Lo sapete che significa questo? che se siete more e volete diventare rosa, con questa molecola messa assieme alla tintura rosa non serve la decolorazione precedente. Il trattamento costa intorno ai 40 euro, non vediamo l’ora che i nostri fornitori ce lo propongano in Italia.

Jennifer Lopez invece ci fa sapere che non può fare a meno dello shampoo al caviale con tartufo bianco e oli essenziali. Assieme a balsamo e la crema stiamo sui 400 dollari. Se venite da ParrucchieriAmo vi faccio un abbonamento ristrutturante per 400 euro che neanche Cenerentola coi diamanti in testa splende come voi.

jennifer-lopez-cantante
Per l’infoltimento invece la ricerca ci fa sapere che è stato scoperto un nuovo trattamento che usato ogni giorno porta 28.000 capelli in più. Il segreto è nelle proteine del legno di larice associato a foglie d’ulivo e tè verde. Ovviamente frena la caduta ormonale. Per le teste pelate degli uomini ci vogliono fate e unicorni, le provette non bastano.

E veniamo agli shampoo. Molte di voi hanno iniziato operazioni balzane lette su Facebook da post di ipernaturaliste stressanti, presumibilmente stressate, che si lavano con bicarbonato, aceto, zucchero di canna etc etc. La scienza, che sa che questo non è possibile SEMPRE, se non si vogliono i capelli della strega di Mago Merlino, Risultati immagini per strega di mago merlinoha trovato la soluzione con nuovi tipi di balsamo i Conditioner Only Wash. Lavaggi fatti solo con questi balsamo che si presentano come schiume e all’interno hanno dosaggi importanti di acido ialuronico. Sicuro meglio di quello citrico.Sono da usare una tantum, come il cura lavastoviglie.

Mah certo non c’è da stupirsi se c’è qualcuna di voi che si mangia le lasagne e una padellata di salciccia coi broccoli e poi si prende un cucchiaio di miele sciolto nel tè verde “che mi fa dimagrire un chilo a settimana,  c’è scritto su Facebook”. Mi sembrate certe signore quando dicevano: l’ha detto il telegiornale. Oggi il telegiornale dice: “ecco vedete mentre bombardano l’Isis” e sotto i ragazzini  che scappano, non un’identità astratta, un Iside dio ignoto, bambini. Quindi ho capito che col telegiornale e online è sempre meglio innescare il cervello, per i capelli e per tutto il resto.