Le BacarozzoCozze tutte in lavatrice

Ragazze mie, questo è il periodo peggiore. Quello in cui tutte partiamo pure per Ladispoli due giorni, ma sogniamo qualcosa di diverso da quello che facciamo in inverno. stress hair
E’ il momento che capisci perché nel Sud del mondo si mangia dopo le nove di sera e non si vive senza siesta. Che pure se ti piace quello che fai, sogni cieli stellati e piedi sui prati. Certo non senza lo smalto adatto. ….

E pure se l’acqua salata ti rovina i capelli, tu te ne freghi e non vedi l’ora di usare i nostri solari con la loro pochette.

solari
Non ti bastano più nemmeno i saldi a consolarti. Vedi solo le agognate vacanze.
Ecco, questo è il momento in cui il supermercato sembra essere un posto sicuro, un luogo in cui sostare a lungo per scegliere le migliori offerte di yogurt al fresco del frigo, e dove magari ti può capitare anche l’uomo della tua vita, un bel single autonomo e pulito che si aggira tra i cibi sani.
Io che ho occhi solo per mio  di uomo, mi soffermo davvero unicamente sul cibo ormai. Ma invece che il principe azzurro incontro sempre qualcuna che ha cura di dirmi quanto mi trova “sciupata”.
“Ma mangi?”. “C’hai ‘sto visetto…” Ora, posto che pure a me piace legarmi i capelli quando fa caldo o portare tagli corti, io sarei per una risposta abbastanza pesante e poco zen, in alcuni casi, anche per la violenza.

Angry_woman's_appearanceAllora qui bisogna fare una distinzione fra quelle che pongono questo genere di domanda, di solito più “robuste” di me.

C’è la chiattona cattiva e la buzzicona simpatica. Escludiamo subito la buzzicona simpatica che mai si sognerebbe di dirti una cosa simile perché vive il tuo stesso identico dramma, al contrario. Lavora 10 ore al giorno e non ha tempo da dedicarsi a diete della casalinga con movimenti hawaii e samurai, ed è costretta a sentire improvvisate Barbie palestrate darle dei consigli che lei conosceva già a sei anni, autorevoli quando i post facebook di mia zia Ines sui problemi finanziari della Grecia. E queste sono tutte mie clienti.
L’altre invece no, le chiattone cattive, devono schiattare. Quelle non risolte, che hanno il marito che le riempie di corna, e pensano che non sia colpa loro che si sono fatte l’ultimo taglio nel 1998, perché “hanno ben altro cui pensare”. Sono impegnate a seguire i figli chiattoni e chiattone pure loro, di solito odiosi bulli, particolarmente violenti con le belle bambine come le mie, esili, sorridenti e proporzionate, future bellezze statuarie che non potranno mai essere conquistate (spero) dai figli delle chiattone cattive. Anzi, non è una questione nemmeno, credo, di essere grasse o magre.
Quelle che hanno qualcosa da dire, qualcosa da giudicare negli altri, quelle che “Quanto sei magra… Quanto sei grassa… Ma che vestito ti sei messa? Ma che ti sei fatta in testa? “ Insomma quelle che quando ti vedono quasi sull’orlo di un baratro ti fanno la scianghetta…. Ecco quelle, hanno qualcosa che nemmeno con la più grande ricostruzione del tessuto capillare, il miglior filler, la più riuscita dieta riesce a risolvere: sono brutte dentro, come i bacaraozzi che non diventeranno mai farfalla e che se li schiacci fanno più schifo ancora. Dovrebbero finire, nemmeno come il bacarozzo di Kafka, che si sveglia rovesciato, ma in un’eterna lavatrice che le scuote finché non fanno pace col cervello. Tiè

donna_centrifuga_lavatrice_animata_01

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...